PAROLE/VISIONI

  • Impavide donne argentine

    In Piccoli colpi di fortuna, Claudia Piñeiro racconta il terribile, misterioso evento che ha costretto una donna a lasciare casa, marito e persino il figlio per scomparire nel nulla. Nel nuovo romanzo la scrittrice argentina crea un’altra indimenticabile, lucida e inquieta personaggia che mostra come sta cambiando il Paese dove nel 2016 è nato il movimento femminista “Non una di meno”

  • Un pianoforte a Maiorca. Con George Sand e Chopin

    Per la prima volta viene tradotto in italiano un racconto di viaggio della famosa autrice che si chiamava Amandine Aurore Dupin e che per pubblicare assunse un nome da uomo. Stampato nel 1885, Inverno a Maiorca narra il soggiorno nell’isola, allora selvaggia e inospitale, della strana coppia, un giovane uomo con una donna e i suoi due figli. Chopin detestò quel periodo, ma è sul pianoforte che fortunosamente George Sand fece arrivare, che compose i Notturni

  • Il gioco del diventare una vera donna

    Molto ben curata da Mascia Galateria esce una nuova edizione di Periferia, romanzo di Paola Masino uscito nel 1933 e oggetto di attacchi feroci da parte del regime fascista, per l’irriverenza e la libertà con cui racconta giochi di bambine che non aderiscono agli stereotipi destinati alle donne. Un capolavoro osannato dalla critica della geniale autrice di Nascita e morte della massaia, che dà fondo a tutta la sua passione per il gioco. Visibile nelle carte che amici artisti come Burri, Campigli, Cocteau, Trampolini, Carrà, Guttuso hanno disegnato per lei, in mostra a Roma al Museo di Roma – Palazzo Braschi fino al 30 aprile. Da Leggendaria n.121

     

  • Api, una mente collettiva che danza

    La scelta di un lavoro parallelo, tra troppa precarietà, nella tradizione di famiglia La nostra Barbara Bonomi Romagnoli racconta la sua passione di apicultrice, dell’assaggio mieli da mille sapori, di api regine, fuchi e operaie. Raccontando di quel privilegio che è l’alveare, il privilegio del tempo che si ferma

  • Rinnegare la madre

    Un nuovo e potente romanzo della scrittrice franco-senegalese Marie Ndyae, nota soprattutto per Tre donne forti. La pelle bianca, ereditata dal padre che le ha abbandonata, spinge una ragazza di dimenticare la madre, e tradire le proprie origini. Una ricerca sull’interiorità e i sentimenti, in un mondo straniante

  • Un uomo e tutte le sue donne

    Il nuovo romanzo di Caterina Bonvicini, Tutte le donne di, invita a ritrovare la propria autenticità, oltre lo sguardo maschile. Un manifesto politico, scritto in forma romanzata, quasi un giallo, con uno stile abile, lieve e graffiante insieme.

  • L’algoritmo dell’amore perfetto

    Bambini di ferro, il nuovo romanzo di Viola De Grado, è nelle intenzioni dell’autrice un puzzle. Tratta di bambini difettosi e madri artificiali e disconnesse. E si intreccia alle parole del Buddha per dire dell’empatia e della necessità di abbandonare il progetto fasullo dell’identità