TUTTI GLI ARTICOLI

Gli articoli da novembre 2016 ad oggi. Puoi leggere i precedenti dalla voce di menu Archivio

  • Oltre la famiglia eterosessuale

    Differenti orientamenti affettivi e sessuali, nuove forme di intimità, luoghi e tempi inediti per creare relazioni d’amore. Il libro di Barbara Mapelli e poi Cinzia, la postina transgender della graphic novel di Leo Ortolani ci fanno riflettere sul nostro mondo in trasformazione anche nella sfera privata.

  • Olga Tokarczuk, premio Nobel per la Letteratura

    La notizia del Nobel per la letteratura ha raggiunto Olga Tokarczuk (da pronunciare To-kàr-ciuk) in autostrada. Ha dovuto fermarsi, “non riesco ancora a capacitarmene”, sono state le sue prime parole rivolte alla giornalista di “Gazeta Wyborcza” che le ha telefonato durante il suo tour pubblicitario in Germania. Modesta come sempre (questa caratteristica l’avvicina molto all’amata Wisława Szymborska, vincitrice di 23 anni fa), ha espresso soprattutto la sua stima per l’altro vincitore, Peter Handke, e per la scelta dell’Accademia di aver premiato l’Europa centrale: “Sono contenta che siamo ancora presenti”.

  • Il corpo del lutto, il corpo del piacere

    Intervista a Lunetta Savino che interpreta “Rosa”, storia di una sessantenne che perde la giovane figlia: grazie a lei, venditrice di sex toys, riscopre però se stessa. Dalla colf Cettina che l’ha fatta amare dal grande pubblico a una coraggiosa scena di autoerotismo. Stasera, 3 ottobre, è al cinema Cappuccini di Genova con la regista Katja Colja per chiacchierare col pubblico.

  • Tornare libere in carcere /2

    Ancora un’insegnante tra le detenute e un trauma condiviso. Il valore dello scrivere e il reciproco sostenersi nella segregazione di Sollicciano. Un linguaggio che sorprende in tempi di sciatteria linguistica nel libro di Monica Sarsini (che è pure un’artista). Il titolo è “Io e Agnese”, la donna lunatica e vitale con cui ha maggiore feeling.