COPERTINA

  • Tornare libere in carcere /2

    Ancora un’insegnante tra le detenute e un trauma condiviso. Il valore dello scrivere e il reciproco sostenersi nella segregazione di Sollicciano. Un linguaggio che sorprende in tempi di sciatteria linguistica nel libro di Monica Sarsini (che è pure un’artista). Il titolo è “Io e Agnese”, la donna lunatica e vitale con cui ha maggiore feeling.

  • La resilienza delle donne

    Dorothy Allison sarà a Mantova e a Bologna in questi giorni. È autrice del celebre romanzo La bastarda della Carolina, in cui racconta le violenze subite da una dodicenne da parte del patrigno e, malgrado tutto, la rete di amore di madre e nonna. Esce ora in Italia un suo memoir che svela la genesi di quel romanzo e il percorso salvifico attraverso la scrittura

    Di Maristella Lippolis

  • La memoria condivisa

    L’importanza della lettrice, il canone letterario, le scrittrici misconosciute. Cronaca da Duino: una docente del corso di formazione Sil dello scorso luglio racconta il disagio di non avere riferimenti letterari femminili nei libri di testo, dove sono assenti o marginali le letterate. E scrive della mancanza di una coscienza di genere.

  • Potere e dominio

    Sono aperte le iscrizioni al prossimo convegno del Giardino dei Ciliegi di Firenze! Lavorare a pratiche e narrative che offrano percorsi di sottrazione e resistenza alla violenza e all’oppressione: se ne parla in un convegno a Firenze dal 27 al 29 settembre al Giardino dei Ciliegi. Tra i temi comunità LGBTQ, liberismo e nanorazzismo. Partecipa Veronica Gago, docente argentina attiva in Ni Una Menos e scuola Sis, Agape, Befree. In collaborazione con la Società Italiana delle Letterate e con il sostegno di ARCI Firenze.

  • La madre nel cuore

    “Ti piace la pioggia. Ti piace vestirti di rosso. Ti eccita immaginare i regali di santa Lucia. Tu eri il capo, la più rispettata tra le tue amiche”. E ancora: “Mi ha sempre colpito la tua capacità di trovare il divertimento”.  Il nuovo, potente libro di Nadia Tarantini dedicato a sua madre

     

    di Silvia Neonato

  • Riscrivere la cultura con sguardo di genere

    Spostare lo sguardo, cambiare prospettiva: ecco Exempla, la nuova collana dell’editrice Vita Activa che introduce le questioni di genere. Nel primo saggio si rilegge la tradizione letteraria triestina scandagliando anche la memoria culturale delle scrittici e poete, nel secondo viene presentata la rivista “Slovenka”, il primo giornale femminile sloveno (1897-1902). Con Exempla le nostre interpretazioni del passato (e del presente) non possono che essere diverse

    di Sergia Adamo