TUTTI GLI ARTICOLI DI QUESTA AUTRICE

  • Lo ha ucciso lei?

    È un suicidio quello di Samuel o lo ha spinto giù dalla finestra Sandra, la sua compagna, scrittrice affermata? In “Anatomia di una caduta” la regista francese Justine Triet, vincitrice quest’anno a Cannes, costruisce una trama complessa incentrata sul labile confine fra verità e opinione. Come tutte le altre protagoniste dei suoi film, una donna di talento si barcamena tra marito e figlio ma alla fine subisce un vero processo, giudiziario e mediatico, che ha tutta l’aria di una caccia alle streghe

    Di Micaela Veronesi

  • GESTI DI RIVOLTA 2022_Giugno

    Un giorno la storia cambiò

    Usciva sempre di casa correndo. I capelli legati dietro la nuca, al collo un fazzoletto ogni giorno di un colore diverso e una lunga gonna svolazzante. Non aveva tempo per fermarsi al caffè per una pasta, seppure le sarebbe piaciuto, e neppure per scambiare due parole con il bottegaio, un simpatico gaucho che si era stabilito lì da qualche anno condividendo il vento dell’anarchia in quel barrio operaio […]