TUTTI GLI ARTICOLI DI QUESTA AUTRICE

  • “Ho ucciso il maiale”. Storia di Maria F., ribelle e pazza

    Una donna, contadina povera e analfabeta nelle campagne del pesarese, a fine Ottocento uccide a colpi di mattarello il suocero che la molestava. Sulle tracce della perizia medico-legale  del caso, trovata su una bancarella, Stefania Ferraro ne ricostruisce la vita in La semimbecille e altre storie. Biografie di follia e miseria: per una topografia dell’inadeguato, saggio rigoroso e appassionato. COme si tengono le donne al loro posto, confinandole nei manicomi, e con loro i poveri, il popolo che osa ribellarsi

  • Corpi in piazza, vulnerabili e attivi

    Il nuovo libro di Judith Butler L’alleanza dei corpi sembra in qualche modo prefigurare le manifestazioni del recente 8 marzo, il “salto” dello sciopero globale, organizzato NonUnaDiMeno. Per Butler queste azioni collettive possono esprimere forme di resistenza e solidarietà radicali da cui emerge una nuova idea di “popolo”, portatore di differenze incarnate

  • Api, una mente collettiva che danza

    La scelta di un lavoro parallelo, tra troppa precarietà, nella tradizione di famiglia La nostra Barbara Bonomi Romagnoli racconta la sua passione di apicultrice, dell’assaggio mieli da mille sapori, di api regine, fuchi e operaie. Raccontando di quel privilegio che è l’alveare, il privilegio del tempo che si ferma

  • Rinnegare la madre

    Un nuovo e potente romanzo della scrittrice franco-senegalese Marie Ndyae, nota soprattutto per Tre donne forti. La pelle bianca, ereditata dal padre che le ha abbandonata, spinge una ragazza di dimenticare la madre, e tradire le proprie origini. Una ricerca sull’interiorità e i sentimenti, in un mondo straniante