TUTTI GLI ARTICOLI DI QUESTA AUTRICE

  • Lettere d’amore e dello splendore dei popoli

    Pubblichiamo qui la recensione a un libro della cara Paola Azzolini, socia SIL molto orgogliosa di esserlo, scomparsa qualche giorno fa. Il testo riprende la corrispondenza di Ottavia Arici con Aleardo Aleardi, di cui Paola evidenzia la modernità: “Credevamo d’uccidere i Re, e i Re ci hanno schiacciati: perché? Perché i popoli non furono concordi a liberarsi di loro; quasi che i popoli non avessero un loro splendore senza i riverberi del trono» (1849).