Articoli pubblicati nel 2015

Clicca sul titolo e continua a leggere sul sito SIL

Da novembre 2016 ad oggi2016 | 2015 | 2014

Propositi per il nuovo anno

Tutti gli auguri possibili per il nuovo anno da tutta la redazione. E qualche impegno, con il vostro aiuto.

Il gioco dei primi dieci dell’anno

Non ci sono autrici, nella classifica dei dieci migliori libri. Facciamoci un regalo, facciamo la nostra: Senza escludere nessuno  e  nessuna, per principio. Mandatele, e le pubblicheremo sulla nostra pagina fb. Auguri!

Poesia, le donne scrivono di tutto

La rivista online  Versante Ripido dedica il numero di dicembre alla poesia femminile. Interviste, riflessioni, recensioni.

Andare al cuore del femminicidio

Malati d’amore è il libro folgorante di Hota Barakat, la scrittrice libanese che è stata ospite del convegno della SIl dello scorso novembre. Scritto in prima persona, al maschile, lascia senza parole. Un libro da ristampare.

La piccola epica dentro le cose

Atlante degli abiti smessi è il nuovo libro di Elvira Seminara, pubblicato da Einaudi. I vestiti conoscono il corpo e i sentimenti, sono il tramite tra una madre e una figlia molto distanti.

Annie Ernaux, “Così la guerra è entrata nella mia vita”

Ospite importante della fiera della piccola e media editoria, “Più libri più liberi”, appena conclusa a Roma con il suo libro culto Gli anni, la grande scrittrice francese parla della  sua ricerca, del suo voler scrivere il vero.

A lezione di spregiudicatezza

Chirù, l’ultimo romanzo di Michela Murgia, pubblicato da Einaudi. La relazione ambivalente tra allievo e maestra, vissuta in un crescendo di eros pedagogico.

Una valigia di desideri

Indagine sulla sessualità delle italiane di Francesca D’Onofrio, psicologa. Che gira l’Italia con l’associazione porta a porta La Valigia Rossa e vende oggetti erotici per donne. Ma chiacchiera e ascolta.

Poesia/ Leggere Antonia Pozzi

Francesca Traina, a sua volta poeta, inizia oggi a proporre per LetterateMagazine la propria lettura di poeti italiane. “La poesia di Antonia Pozzi ci indica dove si sta, dove si è giunti, la vibrante attesa di una separazione che come un vento di rara mitezza, malgrado l’acuzie della pena, soffia sul mondo”.

Fare scuola è un’azione politica. L’attualità di Dina Bertoni Jovine

Un libro ricostruisce le idee della grande pedagogista italiana, che fu anche storica dell’Italia moderna e contemporanea e storica della filosofia, della pedagogia e delle istituzioni scolastiche. E non solo. Fu anche un’originale interprete del pensiero di Antonio Gramsci, nonché dirigente del partito comunista e collaboratrice delle più importanti riviste scolastiche e pedagogiche del suo tempo.

Perché dovrei leggere Hoda Barakat?

Racconta la guerra e i conflitti, della sua terra, il Libano, la scrittrice che sarà ospite d’onore del convegno della SIL a Firenze Conflitti e rivoluzioni: scritture della complessità dal 13 al 15 novembre. Tutte le ragioni per appassionarsi ai suoi libri e venire ad ascoltarla.

Sante prof dell’Expo

Un giro a Milano prima della chiusura. Un’allegria inspiegata coglie la nostra cronista tra code e padiglioni inaccessibili: sono le migliaia di bambini a rendere l’atmosfera così gioiosa. E le loro eroiche insegnanti che li guidano. 200mila prof per 2 milioni di bambini.

Libere negli anni

Come invecchiano le donne oggi, ora che la vita si è tanto allungata? Le rughe sono sempre una tragedia da combattere? Egle Spedicato Iengo esamina un ampio spettro di idee e comportamenti. Per un risultato sconsolante. Per le donne il compito è sempre più difficile. Nella foto. Francoise Hardy.

Adele, che ci manca già

Piccola e grande insieme (una donna minuta, un’energia irrefrenabile), anche negli ultimi anni è sempre stata attivissima, sui giornali, per le donne.

Giovanna, eroina senza mito

Chi era Giovanna d’Arco? Il nuovo libro di Marta Morazzoni, Il fuoco di Jeanne, mette in scena le diverse versioni della più famosa eroina francese. E mentre ne offre una lettura non ideologica, ci permette di leggere le stratificazioni della storia, tra i fatti accertati, le invenzioni e il mito.

Una geografia immaginata

Tra autobiografia e creazione letteraria, il libro di Eva Taylor racconta la storia di una famiglia tedesca e della sua fuga nella Germania ovest alla vigilia della costruzione del Muro. La testimone è una bambina il cui sguardo sarà capace di ricomporre il frantumato tessuto europeo e la sua umanità.

Un pamphlet contro l’ingiustizia

I fantasmi del capitale, della scrittrice e attivista Arundhati Roy, racconta l’intreccio sociale e politico dell’India contemporanea. Un vero sistema in un paese dove la divisione in caste della società continua a funzionare per la riproduzione degli assetti di potere esistenti.

Madri creative

Dimenticate modelli logori e luoghi comuni sull’essere madre e preparatevi a immagini lontane da stereotipi e sentimentalismi. Dopo gli interventi di Silvia Neonato e Gabriella Musetti, ecco il terzo articolo dello speciale che LetterateMagazine ha deciso di dedicare alla mostra milanese La Grande Madre.

Immersioni poetiche

La manutenzione dei sentimenti è l’ultima silloge di Gabriella Musetti, capace di proporre le questioni di fondo del vivere, e dello scrivere, in cui compaiono immagini di vita quotidiana, di interni familiari, di intimità percorse da gesti e da silenzi. E di molto altro.

Una smania di vita

Il romanzo di Patrizia Rinaldi si intitola Ma già prima di giugno ed è la storia di una figlia, Ena, che prossima a morire ricorda, in un intreccio tra grande Storia e ricordi personali, la madre Antonia, donna indomita, fuggita come profuga da Spalato.

Convegno SIL/ Workshop, 2

Proseguono le interviste che abbiamo rivolto alle coordinatrici dei workshop del prossimo convegno Sil che ci raccontano da dove è nata la loro idea e come pensano di realizzarla. Questa settimana è la volta di Lisa Marchi, Cristiana Pagliarusco, Giovanna Covi, Francesca Berguecio, Rosa Edith Tapia Pena, Paola Bono, Liana Borghi e Roberta Mazzanti.

Mostre/ 1. Madri, matrigne e fate

Più di cento artisti per ventinove stanze e molteplici linguaggi. Questo e molto altro è La Grande Madre, aperta a Milano fino al 15 novembre. A partire da oggi, LetterateMagazine dedica alla mostra milanese uno speciale.

Mostre/ 2. Le madri di tutte noi

Video e fotografie, quadri, installazioni, sculture, scritti, disegni e oggetti disposti secondo temi e cronologie, luoghi e culture. La Grande Madre è una esposizione ricca, difficile in certi passaggi, che può disorientare.

Convegno SIL/ Workshop

Abbiamo chiesto alle coordinatrici dei workshop del prossimo convegno Sil di raccontarci da dove è nata la loro idea e come pensano di realizzarla.A tutte sono state rivolte tre semplici domande, identiche per tutte: le risposte sono un piccolo assaggio di quel che faremo a Firenze, brevi suggestioni per chi ancora deve decidere a quale workshop partecipare. Hanno cominciato a rispondere Maria Inversi, Valeria Lo Forte e Antonella Buonauro.

Libertà e provocazione di un’artista incandescente

Carol Rama ha attraversato movimenti, linguaggi e mode per più di mezzo secolo. La sua vicenda artistica rappresenta una poetica così indipendente e originale da essere costantemente fuori dalle regole e incompatibile con i meccanismi del discorso dominante.

Lezioni di grandezza

Nodi, restituzioni e trame di libertà. E infine la vita stessa che scorre nello sguardo amoroso e impietoso di Chantal Akerman, cineasta tra le più geniali e sensibili scomparsa all’età di 65 anni.

Rotte sentimentali

Che parole usiamo e a quali storie ci affidiamo quando pensiamo all’amore? Quello del presente esausto, del domani che potrebbe anche non arrivare e di un passato di cui a volte non ci si accorge per tempo. Ce lo dicono due libri, il primo è di Valeria Parrella e il secondo di Murakami Haruki.

Il desiderio di narrazione

L’autobiografia, scritta con il supporto di una giornalista free lance, di una sopravvissuta da bambina ad una strage, che impiegherà la propria vita per trovare i nessi tra la sua vicenda e il suo dolore che considerava “privati”, e il dolore collettivo di un popolo messo a dura prova dalla strategia stragista della mafia durante gli anni ’80 e ’90.

Mia madre e i suoi amanti

Peter Schneider legge e commenta le lettere di sua madre scritte agli uomini della sua breve vita, compreso il padre, che ha sempre saputo. Siamo in Germania tra il ‘42 e il ’45: la guerra, le macerie, i morti. E tanti profughi tedeschi in fuga dai bombardamenti, dai russi, dagli alleati.

Alice nel paese di carta

Il nuovo romanzo di Laura Benedetti racconta il trauma della perdita e i nodi individuali e collettivi per superarlo. L’eco della resistenza antifascista e di quella odierna alle logiche del potere e del profitto ha come sfondo L’Aquila, tra memoria e politica.

La tesa fune rossa dell’amore

Madri e figlie nella poesia femminile contemporanea di lingua inglese, questo è il tema di una nuova e imperdibile antologia che interroga un tema spinoso quanto necessario che ha ricevuto scarsa attenzione negli studi e nelle analisi scientifiche fino a tempi recenti, quando è intervenuto un cambiamento soprattutto per merito del femminismo.

Jane Austen, il desiderio di felicità di una donna

L’obiettivo del nuovo libro di Liliana Rampello non è svelare ancora una volta il segreto di una scrittura essenziale, calibrata, attenta ai particolari e mai leziosa, equilibrata nello svolgimento e feroce nei dettagli. I sei romanzi perfetti della signorina Austen mettono in scena una storia inedita, mai raccontata, che non si ispira a nessuna precedente tradizione offrendo uno sguardo impavido e veritiero sulla relazione fra i sessi.

La ragazza che tesse le radici

Adua è il titolo, e il nome della protagonista, dell’ultimo romanzo di Igiaba Scego recentemente presentato al Festivaletteratura di Mantova. Scrittura intensa e cangiante, delinea personaggi segnati nei corpi dall’impatto con la Storia, per ricordarci le vicende passate dove nascono le tragedie presenti, il legame tra colonialismo e migrazioni e gli incontri mancati.

Le storie che non finiscono

Ieri l’Udi, Unione donne in Italia, ha festeggiato l’inaugurazione della nuova sede nell’ex complesso del Buon Pastore a Via della Penitenza 37, accanto alla Casa internazionale delle donne di Roma. Molte le iscritte, le amiche e le sostenitrici che ne hanno condiviso la gioia.

Il segreto della realtà

Tutto comincia nel 2007, quando dentro delle vecchie scatole acquistate all’asta vengono trovati migliaia di negativi. Sono le foto che una bambinaia misteriosa e schiva ha scattato lungo tutta la sua vita per le strade di New York. Il suo nome era Vivian Maier e il Museo d’Arte di Nuoro ospita fino al 18 ottobre una mostra imperdibile che raccoglie i suoi scatti e una selezione dei suoi filmati.

I seni di Amina e le portatrici di bombe

Ultimo appuntamento con le donne del vento arabo, protagoniste di racconti e romanzi nei quali insieme alla memoria, al velo e allo sguardo, il corpo femminile si è rivelato filo conduttore: dal corpo “debole e docile” dei dittatoriati, ai “corpi senz’anima” degli harraga gettati in mare dagli scafisti, al corpo “resistente e flessibile” delle palestinesi, fino al corpo che fa scandalo di Amina usato come arma.

Una donna tra Hitler e Klimt

Berta Zuckerkandl, giornalista e attivista, sostenne le novità artistiche e lottò contro il nazismo. Conobbe Freud,  Clemenceau, Mahler, Hofmannsthal e tutti i grandi del suo tempo. Ora sono finalmente pubblicati in italiano i suoi ricordi tra il 1892 e il 1937.

Il canto del conflitto

Per Maya Angelou scrivere la propria autobiografia ha significato rinascere, uscendo dalla gabbia del privato per conquistare una storia in un mondo rivisitato, tra vissuto e invenzione.

Uomini, amorevoli macchine dell’orrore

I protagonisti di Una notte soltanto, Markovitch, romanzo dell’israeliana Ayelet Gundar-Goshen, uccidono i “nemici” con la stessa facilità con cui si commuovono davanti ai piccioni, alle fragole, ai bambini o alle gambe delle donne. Una chiave di lettura?

Claribel Alegria, una poeta combattente nella parola

Tradotto in italiano da Samuele Editore Voci di Claribel Alegría, poeta nicaraguense, già tradotta in quindici lingue, considerata tra i maggiori esponenti della letteratura centro e sudamericana.

Mary e Castruccio, un discorso sull’amore e sulla guerra

Mary Shelley con Valperga compose un romanzo storico contro la guerra di cui sono protagonisti il condottiero e la sua amata, Eutanasia. A Bolano, sopra La Spezia, conquistata da Castruccio nel 1324, si svolgerà il 3 settembre il secondo percorso shelleyano dopo quello del 2014 a Lerici. Intanto sono state pubblicate alcune lettere di Mary inedite in Italia.

E per arma il corpo

Continua il viaggio tra le donne del vento arabo. Dopo Razan Moghrabi che ha raccontato delle donne di Tripoli e  dopo le palestinesi  la cui “flessibile resistenza” è stata raccontata da Susan Abulhawa ora è la volta di Amina Sboui, la giovane blogger tunisina diventata simbolo della protesta contro ogni forma di dittatura.

Gli anni cruciali di Annie Ernaux

Sull’ultimo libro della scrittrice francese. Una lunga e appassionante autobiografia ripercorre la coscienza collettiva e politica dal dopoguerra a oggi intrecciata al tempo presente.

La casa diventa arte/ In memoria di Miriam Shapiro

È scomparsa lo scorso 20 giugno, a 91 anni. È stata una grande artista femminista. La sua morte  ci consegna enormi questioni sul femminismo, sulla sua eredità e sul ruolo che l’artista gioca nel momento in cui entra in una storia che ha contribuito a creare, compresa l’idea che potrebbe e dovrebbe esistere una storia che include le voci e le immagini delle donne.

Dal diario di una femminista etero e attempata

Un libro di Claudio Rossi Marcelli fa la storia delle battaglie Lgbt e delle unioni e dell’amore gay, descrive l’omofobia tuttora imperante e discute delle leggi sulle unioni civili. La presentazione a Genova e il successivo corteo del 4 luglio: Liguria Colorata Pride, festa dell’indipendenza dagli stereotipi.

La prigione e l’amore

L’iraniana Fariba Hachtroudi racconta dell’incontro all’estero tra una prigioniera e il suo carceriere. Una storia tra violenza e solitudine, con qualche speranza.

Un’App ci salverà

Fidarsi e condividere sono le parole chiave della sharing economy. Ne scrivo Gea Stancarelli in un libro intitolato Mi fido di te. Tante storie per capire come creare un’economia che può scardinare i modelli di consumo.

Nessuno è estraneo

Katja Petrowskaja ha vinto con Forse Esther, un viaggio nella memoria della sua famiglia ebraica in Ucraina, a Kiev, tra Shoah e regime sovietico, il Premio Strega Internazionale. Ripubblichiamo la recensione di qualche mese fa.

Il sortilegio della scrittura

Il saggio introduttivo contenuto nel volume Morante la luminosa, pubblicato di recente da iacobellieditore, per ripensare la grandezza della scrittrice e disegnarne un’altra fisionomia.

Il non detto della storia

Memoria, amore, restituzione e tessitura di passato e presente segnano le vite di Adela e Sonja, madre e figlia tra orrori della storia e desiderio di verità. Un incontro con Paola Capriolo per parlare del suo ultimo romanzo Mi ricordo.

 

Un intellettuale fuori posto

Si intitola Il defunto odiava i pettegolezzi ed è la ricostruzione paziente che Serena Vitale fa della vicenda biografica e politica di Vladimir Majakovskij, cantore della rivoluzione.

Ingorgo balcanico in stile pulp

Uno straordinario breve romanzo su un mondo così prossimo e così sconosciuto, al di fuori da ogni retorica e melensa osservazione. Uno spaccato della contemporaneità balcanica dove l’Europa è anche altro dentro di sé: Snoopy Polka di Laura Marchig.

La macchina che abbraccia

È raccontata a ragazze e ragazzi ma è bella per tutti la storia di Temple Grandin. Una donna che ha fatto del suo autismo una risorsa. Ha creato strumenti per fare soffrire meno gli animali.

Siamo fatti delle nostre storie

Il nuovo romanzo della palestinese Susan Abulhawa, Nel blu tra il cielo e il mare, racconta la storia di Nur, che vive negli Usa e ricorda il passato attraverso i racconti del nonno, fino a quando il suo lavoro di psicoterapeuta la porterà a Gaza.

Il coraggio di Estella

Cade la terra è l’esordio narrativo della storica Carmen Pellegrino, tra i tre finalisti del premio Isola d’Elba. Protagonista una donna che sceglie di spogliarsi di tutto, anche della sua veste di suora.

Le donne hanno un posto per tutto

Un’intervista con Serena Marchi, autrice del libro Madri comunque. Un libro che vuole mettere al centro il punto di vista delle madri.

Il gioco dell’epica

In occasione della presentazione di Epiche. Altre imprese, altre narrazioni che si terrà il 4 giugno a Palermo, qualche mese fa la Biblioteca delle donne UDI Palermo aveva lanciato sul suo sito il gioco Racconta un gesto epico. Ecco i risultati.

Poesia/ Un’amorosa ostinazione

Nel suo ultimo lavoro, Poetica del basso continuo, Ida Travi prosegue il discorso sulla lingua materna, sul legame tra oralità e scrittura fino alla rappresentazione di una nuova comunità di donne e uomini pensanti e parlanti.

I corpi sono fragili solo in apparenza

A Palermo le azioni di Regina Josè Galindo, performer e artista guatemalteca che sfida con coraggio i limiti del proprio corpo. AL centro della sua arte la violenza e il dolore, non rappresentati, ma vissuti.

Una storia degli anni cinquanta

Un ritratto di Patricia Highsmith al Greenwich Village, quando firmava Claire Morgan il suo romanzo lesbo Carol. Il racconto di tre anni strategici per la scrittrice scritti dalla sua compagna di quel periodo Marijane Meaker.

Se la vittima è l’analista

Cosa succede se una paziente, stufa di parlare dell’uccisione simbolica del padre e della madre, uccide il suo terapeuta? Un thriller ironico e sperimentale, esordio di successo in Francia della parigina Julia Deck.

Gala avventurosa scienziata

Un fantasy per adolescenti con al centro una ragazzina che inventa una macchina del tempo per andare a salvare la sua amica Nadia. Incontrerà tante figure femminili, tra cui Ildegarda di Bingen. Volevo una storia in cui le donne fossero padrone del loro destino, ci spiega l’autrice Raffaella Fenoglio.

Quel tempo terribile e magnifico

A diversi decenni dalla fine della seconda guerra mondiale vengono alla luce lettere, biglietti clandestini e un memoriale che documentano l’attività di un gruppo di donne e di uomini antifascisti deportati in un Lager delle SS a Bolzano. In collaborazione con Aned, Associazione nazionale ex deportati.

Trovare un’anima in saperi sepolti

Il nuovo libro di Stefania Tarantino si intitola senza madre. L’anima perduta dell’Europa  La filosofa napoletana indaga sul pensiero che da Simone Weil a Maria Zambrano ha cercato il corpo delle idee. Un corpo che rischia di sparire.

Artiste/ Lo zoo fantastico di Annette Messager

Ritratto di un’artista che compensa gli aspetti del lavoro che più confondono e disorientano con l’effetto scenografico ed avvincente dell’installazione. Un modo consueto di oscillare fra il gioco e l’ironia da un lato, le ansie e le inquietudini più profonde dall’altro, fra la favola e l’incubo, il familiare e il minaccioso.

Noi, questa è la nostalgia

Nell’ultimo romanzo Clara Sereni torna sulla sua vita. Al centro gli anni tra il ’68 e il ’77,  non solo la politica, ma la valenza emozionale di quegli anni. L’esplosione di passioni che hanno caratterizzato quello stagione, troppo spesso imprigionata nella gabbia violenza-movimento.

Trieste. L’illusione dell’ignoranza

Finalmente tradotto in italiano Trieste, il romanzo dell’autrice croata  Daša Drndić. Accolto ovunque come un capolavoro, è sulla via aperta da Sebald e Don DeLillo. Tra documenti e fiction, un romanzo asciutto e tragico, che parla della grande Storia come dei piccoli destini individuali.

Pepe Muijica, la politica come passione

A cura di Cristina Guarnieri e Massimo Sgroi, l’intervista La felicità al potere dà la parole all’ex-presidente l’Uruguay. Un messaggio intenso e chiaro: chi governa deve dare il buon esempio.

Morire in un tuo bacio

Un’antologia di scrittrici per raccontare la violenza sulle donne. Noi siamo Desdemona. Ma ancora di più Carmen, libere e traditrici. Senza rischiare la vita

Cinema 1/ Nate Storte

Il film Vergine giurata, tratto dall’omonimo libro di Elvira Dones, è la storia di una donna che si fa uomo per vivere in libertà nel suo villaggio montano d’Albania. Arrivata in Italia Hana/Mark scoprirà che imposizioni e codici limitano anche qui la sua esistenza.

Cinema 2/ Suite Francese. Il romanzo e il melò

Il film tratto dal libro di Irene Némirovsky non convince e non solo perché viene cambiato il finale. Se la scrittrice ebrea uccisa in un lager descriveva il confine labile tra buoni e cattivi, tra eroismi e vigliaccherie, il film ora nelle sale è schematico e stereotipato.

Polemiche tv/ Quella linguaccia di Luciana Littizzetto

Nell’ultima puntata di Che tempo che fa Luciana Littizzetto se l’è presa con le donne che vogliono essere chiamate da donne. A lei non sembra importante. Peccato, non si rende conto del danno che fa a tutte, anche a se stessa.

Scarpe in attesa al check-point

Pallidi segni di quiete è il secondo libro della scrittrice palestinese Adania Shibli. Nata nel 1974 nell’alta Galilea ora vive fra Gerusalemme e Berlino – appartiene ad una generazione la cui vita è scandita da guerre, assenza di libertà e discriminazione, check-point in aumento.

La scelta giusta

Nel suo romanzo d’esordio Nadia Terranova racconta gli anni Settanta, gli Anni al contrario. Tra sogno di rivoluzione e disperazione esistenziale. Una scelta interessante, per un’autrice nata nel 1978.

Libia/ Storie di amicizia e emigrazione

Con Donne del vento arabo, di Razan Moghrabi, cominciamo un viaggio tra autrici arabe contemporanee.  Un modo per conoscere dall’interno quanto sta succedendo oggi in Libia, Siria, Palestina, Egitto, Marocco, Tunisia, paesi protagonisti di quella che è stata definita primavera araba, e che oggi è percorsa da venti di guerra.

Interviste/ Alenka Rebula, una scrittrice dell’anima

Quando la scrittura riesce a metterci in contatto con il nostro mondo interiore, può diventare uno strumento molto potente al servizio di noi stesse. Questo in sintesi, sembra essere il messaggio di Alenka Rebula nel suo libro La primavera dell’anima.

Il coraggio di Margarethe

Tra il 18 e il 26 di aprile prossimo Palermo onorerà Margarethe von Trotta con una retrospettiva di quasi tutta la sua produzione e con il conferimento della Cittadinanza onoraria. Il Comitato PiùdonnepiùPalermo e il Goethe Institut ne curano l’organizzazione.

Buon compleanno, Letizia

Letizia Battaglia, la grande fotografa delle guerre di mafia e delle bambine dal futuro davanti, compie ottanta anni. Gli auguri di LetterateMagazine e della Società della Letterate.

Film/ Dedicato alle ragazze

Bande de filles (noto come Girlhood nei paesi anglofoni) è un film del 2014 diretto dalla regista francese Céline Sciamma. Presentato fuori concorso al Trieste Film Festival 2015, racconta con verità la fatica di crescere libera di una ragazza. L’ottomarzo ci spinge a lanciare una proposta: organizziamo proiezioni in Italia, soprattutto nelle scuole. Noi ci impegniamo a raccogliere informazioni.

Precarie amiche mie

Quattro giovani donne e mamme diventano amiche grazie alla scuola dei figli. In comune il lavoro incerto, il tempo frantumato, i compagni impegnati nella competizione. Il nuovo romanzo di Silvia Ballestra.

Il non detto e l’indicibile su Elena Ferrante

Elena Ferrante è il caso letterario dell’anno. Dopo l’uscita di Storia della bambina perduta, ultimo volume della quadrilogia L’amica geniale e il successo internazionale, dovuto alla traduzione in inglese dei suoi testi. La sua accettazione della proposta di Roberto Saviano di partecipare al Premio Strega ha acceso i riflettori sulla scrittrice che vuole farsi conoscere solo attraverso i suoi libri.

Donne, secondo Anna Banti e Anna Maria Ortese

Oggi si conclude il cicli di incontri  Dedicato alle ragazze alla Casa delle Letterature di Roma. In un incontro a più voci, con Loredana Lipperini, Giovanna Marinelli, Romano Montroni, Marino Sinibaldi, Lidia Ravera, Maria Ida Gaeta.  Pubblichiamo intanto i testi già letti: Contro il mimetismo femminile di Anna Banti.  Le donne e il resto della terra: le parole di Anna Maria Ortese.

Film/ Cenerentola in salsa porno-soft

È nelle sale italiane il film tratto dal best-seller di E.L. James Cinquanta sfumature di grigio. Un principe azzurro politicamente corretto. Una giovane donna contratta con lui amore e pratiche sessuali, comprese le più hard. È libera di scegliere. E forse questo è il segreto del successo.

Assia Djebar, o delle molte voci delle donne algerine

La testimonianza dell’editrice che per prima ha pubblicato in Italia i libri della grande scrittrice scomparsa la settimana scorsa, nella storica collana Astrea (Giunti). Un’autrice da leggere e rileggere, nelle molte sfumature del suo punto di vista libertario e femminista.

Il pozzo dove cadono le donne

Pubblichiamo un celebre scambio tra due grandi scrittrici, al centro della serie di incontri Dedicato alle ragazze. Discorsi sulle donne di grandi scrittrici italiane. Il prossimo incontro è previsto per mercoledì 18 febbraio alla Casa delle Letterature. Chiara Valerio leggerà un testo di Anna Maria Ortese.

Perché il mondo respiri

Si intitola Respira il thriller dell’anima di Valeria De Luca. Romanzo sul potere, sul successo che succhia tutta la vita, questo apologo filosofico ci porta con leggerezza dentro le anestesie e le rimozioni dell’oggi, perché – avvertono i ringraziamenti finali – “Qualsiasi esperienza autentica è sempre deragliare da un binario sicuro”.

Cinema/ Seduzioni d’antan e femminismo di maniera

La 26a edizione del Trieste Film Festival  ha appena chiuso i battenti. Dedicato alla produzione dei paesi dell’Europa centro-orientale, spiccano due film: Due donne, di Vera Glagoleva e Corpo estraneo di Krzysztof Zanussi.

Il sesso al tempo della riproduzione meccanica

Carl Djerassi, il creatore, nel 1951, della prima pillola anticoncezionale, è scomparso lo scorso 30 gennaio, all’età di 91 anni. Pubblichiamo un’intervista realizzata nel 2004, in cui parla da scienziato alle prese con le conseguenze etiche della sua scoperta.

Come ho fatto a condurre una vita buona in una cattiva

Ci sono libri leggeri, pamphlet li chiamiamo, che fanno pensare. Riflessioni a seguito della lettura di A chi spetta una buona vita di Judith Butler. Forme di resistenza, intraviste nella vita delle donne delle borgate di Palermo.

Le parole guariscono

Angela Lanza incontra gli sbarcati a Lampedusa e gli isolani ancora capaci di accoglienza. Intervista la psichiatra Enza Malatino che li ascolta e li cura da 15 anni, in gruppo o da soli. In “La storia di uno è la storia di tutti”, per cui il 31 sarà premiata a Genova.

Riavvolgere il tempo

È ambientato nel mondo del cinema Rewind, il nuovo romanzo di Federica De Paolis. Ricco di personaggi tutti dipendenti da qualcosa, sesso, droga, fitness. Finché il passato non diventa un ricordo.

News/ Premio Progetto la ragazza di Benin City

A Genova il 31 gennaio viene consegnato il Premio Progetto la ragazza di Benin City, fondato da Isoke Aikpitanyi nel 2002, rivolto a persone o associazioni impegnate nella lotta alla tratta degli esseri umani, nell’impegno contro la violenza sulle donne, nelle azioni a favore dei migranti.

Grazia Livi 1/ Parole pensate

Ripubblichiamo il testo scritto per la Società delle Letterate,  per il progetto Il mio primo libro. Nel racconto dell’esperienza che aveva portato alla pubblicazione del suo Gli scapoli di Londra si riconoscono le parole pensanti di una grande mente del Novecento letterario italiano, scomparsa qualche giorno fa.

Grazia Livi 2/ Le lettere del mio nome. E del nostro

Grazia Livi,  amica e scrittrice preziosa, ci ha lasciato il 18 gennaio scorso. Un ricordo d’autrice a proposito dell’influenza del suo libro Le lettere del mio nome, di cui lei stessa diceva: “ha dato un avvio, ha rotto un indugio, una inibizione, ha dato coraggio. La fecondità del mio libro è il mio maggior vanto”.

La muta lotta della coppia

Nel suo nuovo romanzo Felici i felici, la commediografa e scrittrice francese Yasmina Reza racconta uomini e donne borghesi alle prese con l’amore. È scavando nei piccoli gesti secondari come lo stare in coda o infilarsi rapidamente a letto che scopre crepe e rancori.

Le risate dell’indigena invisibile

A doppia firma, Raewyn Connell e Laura Corradi, il Silenzio della terra è un utile strumento per studenti, attivisti, dagli indignados ad Occupy Wall Street, per decolonizzare il nostro modo di pensare, il nostro ruolo nella resistenza globale.

I minimi di Anna Maria Ortese

Folletti, iguana, chimera, bestie-angelo… I personaggi minori, indifesi ma capaci di mettere alla prova l’umano, i minimi comici e tragici creati dalla scrittrice ispirano lo spettacolo di Giovanna Giuliani, “I Minimi di Elmina. Ipotesi e pettegolezzi intorno alla trilogia fantastica di Anna Maria Ortese”. L’imparlabile si fa dialogo intimo tra Elmina e il suo cardillo e ci svela altri magici minimi.

Odissea di femminismo e amori

Bologna, un mondo di donne impegnate e indomite gira attorno a Marina, attivista e organizzatrice di un festival di cinema delle donne, ora malata gravemente. L’io narrante, una donna di lucida ironia, ha amato Marina follemente. Cene luculliane, discussioni, storie d’amore, film, cure, affetto. Autoritratto di gruppo tragicomico, efficace, ben ritmato.

Firenze 1/Gli archivi e il presente

Cronaca di tre giorni di dibattito con oltre cento donne venute da molte città. I sentimenti e il movimento ovvero il privato è politico. Dal lesbismo al queer, la critica all’eteronormatività. Le migranti e il razzismo. Il lavoro che non c’è e la libertà dal lavoro. Età diverse, corpi erotici o manipolati, vecchiaia e fertilità: linguaggi che cercano di incontrarsi. Un convegno ricchissimo e originale. Organizzavano Giardino dei ciliegi e Società delle letterate.

Firenze 2/ Generazioni di femministe crescono

Al convegno di dicembre tre giorni di parole, workshop, conflitto e incontri tra le storiche e le più giovani. Come riconoscersi reciproca competenza e autorevolezza? Ci salverà la coppia dal precariato? Tante domande e una risposta: siamo tutte qui per cambiare il mondo.

Da novembre 2016 ad oggi2016 | 2015 | 2014


PASSAPAROLA: Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin GRAZIE ♥